Visualizzazioni totali

venerdì 20 febbraio 2015

Viaggio, Ceneri e lavori






Viaggio, Ceneri e lavori
Domenica 15 febbraio siamo arrivati a Bangui, la capitale, verso le 4 del pomeriggio, senza sorprese o problemi...
Il lunedì e il martedì li trascorro a Bangui, per varie riunioni. La situazione nella capitale resta sempre tesa. Il martedì ci sono ancora dei problemi (manifestazioni, e una vettura attaccata e bruciata), ma riesco a muovermi abbastanza.
Martedì sera arrivano, con l’AirFrance, 4 persone particolari: p.Carlo, carmelitano, che torna ad insegnare con tantissima passione; Mario Mazzali, un lavoratore no-stop di Pegognaga; Paolo Silvestro, un amico di Cuneo; e Maurizio, mio nipote, che torna per darci una mano.
Mercoledì mattina partiamo da Bangui sotto una bella pioggia, che ci accompagna per i primi 220 km. Dopo una breve sosta a Bossemptele, arriviamo a Bozoum verso le 15.
Oggi è il Mercoledì delle Ceneri, una giornata di preghiera, riflessione e digiuno che apre il tempo di Quaresima. Qualche centinaio di cristiani ha iniziato la giornata sul Binon, un colle che sovrasta Bozoum. Alle 17 celebro l’Eucarestia, nella quale richiamo, a me e a tutti, il bisogno di reagire e lottare contro l’indifferenza (nei confronti di Dio, e nei confronti dei fratelli) un tema che segna in profondità questo periodo quaresimale, nel quale siamo di fronte alla Misericordia di Dio che si manifesta nella morte e Passione di Gesù.
Il giovedì Mario, Maurizio e Paolo si mettono al lavoro: si tratta di montare ed installare i pannelli solari. Un lavoro lungo e pesante, ma che non li spaventa!
I tempi di lavoro sono intensi, ma non mancano le pause e, soprattutto, tanto buon umore.
Il venerdì, mentre vado a visitare un’anziana, passo a vedere gli orti (quelli della Fiera...) e noto con piacere che sono ancora belli, e in piena produzione.




Youssouf con il suo mulino per il mangime delle galline ovaiole

Sosta a Bossemptele
Pause à Bossemptele







Paolo in visita agli Orti di Bozoum
La visite aux Jardins potagers de Bozoum

Maurizio e Mario



Posta un commento