Visualizzazioni totali

venerdì 21 febbraio 2014

Qualche scintilla di speranza .




Chrétiens et Musulmans ensemble, à Tatale
Cristiani e Musulmani insieme, a Tatale

l'école de BATA
La scuola di Bata

Bozoum comincia a riprendere fiato , ma la tensione resta alta . Ci sono pochi spari in questi giorni , ma occorre vigilanza ! Ogni mattina alle 8, c'è una riunione( cui partecipano il sostituto del Prefetto , il Capo dei militari della Misca, io , la Croce Rossa , MSF , l'UNHCR e OCHA , Giustizia e Pace e la Caritas , un Pastore evangelico) sulla situazione e sulle soluzioni da adottare.
Nel resto del paese , la situazione rimane tesa : a Bangui ci sono stati giorni moplti spari , e a Bocaranga e Ngaundaye si teme la presenza di ribelli ciadiani di Baba ladde . Nella nostra Parrocchia di Baoro (dove più di 3.000 tra cristiani e musulmani si sono  rifugiati ), le persone cominciano a tornare a casa, e mille Peuls hanno preso la strada per il Camerun .
Il cibo del PAM è finalmente arrivato​, e abbiamo cominciato a distribuirlo a 1.500 famiglie ( circa 6.000 persone) le cui case sono state bruciate . La maggior parte della gente ha cominciato a ricostruire , e spesso li vediamo a rifare il tetto , o mentre cercano la paglia .
Sabato e Domenica abbiamo ricevuto una visita, che ci ha resi TRE volte felici! UNA VOLTA, perché dal mese di novembre, a parte alcune ONG , non avevamo ricevuto alcuna visita . DUE perché due padri della nostra Provincia di Genova ( il P.Marco e fr.Claudio ) sono venuti per testimoniare l’affetto e la  comunione della nostra famiglia religiosa . E TRE , perché il Padre Emilio Martínez , Vicario Generale dell'Ordine dei Carmelitani Scalzi , è venuto a significare la stima e le preghiere di migliaia di fratelli carmelitani , monache di clausuura , e laici carmelitani .
Il loro arrivo e partenza è stata un'avventura , perché sono arrivati in Centrafrica dal Camerun con un bus , e sono partiti da Bangui con gli spari...
Continuiamo il monitoraggio delle scuole di Bozoum e dei villaggi, con due progetti finanziati uno dal Governo della Repubblica Ceca, l'altro dall'UNICEF. A Bozoum , poco più del 50 % degli studenti sono rientrati la scuola . Non è molto , ma è qualcosa .
Venerdì, 21 febbraio sono andato in 2 villaggi a 60 km, Bokpayen e Tatale , che ospitano oltre 700 Peuls . Questo è un caso piuttosto insolito , ma non è l’unico ! Abbiamo avuto un incontro con gli abitanti del villaggio , e li abbiamo  incoraggiati a impegnarsi in un cammino di pace e convivenza . Un piccolo granello di speranza in un paese dove le tensioni tra le diverse comunità continuano a peggiorare .

Distribution du matériel scolaire à Bockpayen
Distribuzione di quaderni e matite a Bockpayen


Réunion à Tatale

Chretiens et Mususlmans, réfugiés à la Paroisse de Baoro
Cristiani e musulmani rifugiati nella Parrocchia di Baoro

Pères et Soeur de Baoro au travail pour les réfugiés
Padri (Daniel e Dieudonné) e Suore al lavoro per i rifugiati



Posta un commento