Visualizzazioni totali

venerdì 12 ottobre 2018

Una Chiesa viva






Una Chiesa viva
Giovedì e venerdì scorso ci siamo trovati, da tutte le 12 parrocchie della Diocesi, a Bouar, per la Sessione Pastorale. È un momento d’incontro e riflessione, al quale partecipano i parroci, religiose e religiosi, e laici impegnati nelle varie parrocchie. Eravamo un’ottantina di persone: dal giovane padre appena arrivato, ai “vecchi” missionari (alcuni in Centrafrica dagli anni ’50, e sempre con lo stesso entusiasmo!), dai seminaristi, ai sacerdoti e padri centrafricani, dai catechisti ai giovani. Intorno al nuovo vescovo, Mirek Gucwa, abbiamo pregato, riflettuto e discusso su come portare la grande e buona Notizia di Gesù. Una parte delle parrocchie (6 su 12) vive sotto la presenza e la minaccia dei vari gruppi ribelli. Ma, invece di un’atmosfera di scoraggiamento, c’è una straordinaria vitalità e voglia di sfidare la paura, aprendo scuole, tenendo aperti ospedali e dispensari, annunciando il Cristo e tenendo alto il morale della gente con cui viviamo.
Nonostante la crisi duri da 5 anni e mezzo, l’amore per  Dio e per la gente non è diminuito. Anzi!
Rientro a Bozoum sabato mattina molto presto, sotto una pioggia che rende la strada molto scivolosa.
Lunedì mattina parto, ancora presto, per Bocaranga. Sono 125 km solamente, ma ci vogliono quasi 4 ore, perché le strade continuano a peggiorare.
A Bocaranga, domenica 7 ottobre, c’è stata la grande festa per l’ordinazione sacerdotale di due giovani centrafricani. Io arrivo il giorno dopo, per organizzare un progetto che, come Caritas, insieme a una Caritas degli USA (CRS), interverrà in questa zona per aiutare la popolazione per la costruzione di case, riparazione di infrastrutture comunitarie, creazione di allevamenti. È una zona che l’anno scorso aveva subito grossi attacchi da parte dei ribelli, con molti morti, e migliaia di sfollati.
Oggi invece sono andato a Bouar. Anche qui stiamo per partire con un progetto per appoggiare 45 piccoli dispensari per  migliorare il lavoro, e soprattutto per curare i bambini dei villaggi più isolati.
Buon lavoro!


Centro Oftalmologico in costruzione
le Centre Ophtalmologique en construction



Cattedrale di Bouar


Bocaranga 

  

la chapelle de Tolle
la chiesetta a Tolle



la chiesetta di Boguera
la chapelle de Boguera


Posta un commento