Visualizzazioni totali

venerdì 1 settembre 2017

50 km per un pollo!






50 km per un pollo!
Domenica pomeriggio, mentre entro nell’ufficio parrocchiale, si avvicina un bambino, incoraggiato dalla mamma. Avrà tra i 2 ed i 3 anni, e cammina orgoglioso con un pollo in mano (che è quasi più grande di lui!). Non capisco se lo vuole vendere, o cosa ne vuole fare, e allora la mamma interviene e mi spiega. Mi dice che è da mesi che il bambino vuole vedere p.Aurelio, e che si è anche messo a fare i capricci se non lo portano! Allora la mamma ha approfittato di P.Norberto, che era stato nel villaggio (a 50 km) per celebrare la Messa, ed ha chiesto un passaggio per portarlo finalmente a Bozoum! Il pollo? È un piccolo segno, ma un grande regalo! Sono commosso!
Nel frattempo la sessione di formazione per gli insegnanti, organizzata dagli amici di Praga dell’ONG SIRIRI.ORG, è giunta al termine. I 244 insegnanti delle scuole elementari sono molto, molto entusiasti. È stato un grande lavoro (dalla cucina, per organizzare i pasti per tutti, ai formatori –cechi, francesi e centrafricani-) ma la soddisfazione è grande. Adesso si tratta di mettere in pratica il metodo “Imparare Giocando”, che è già attivo qui a Bozoum, nelle nostre scuole, da 2 anni. Il metodo insiste su 5 principi pedagogici molto semplici, e sul coinvolgimento dei bambini, a partire dalla prima elementare. Oltre ai 5 principi (dimostrazione – aspetto pratico – riflessione – cooperazione – valutazione), c’è l’insegnamento nella lingua nazionale, il Sango, e l’uso di disegni (murales) per aiutare i bambini ad esprimersi.
Abbiamo iniziato con questo metodo 2 anni fa, nella nostra scuola, ed ora sono molte le scuole che lo usano. Insegnanti e genitori sono entusiasti, perché vedono una differenza enorme tra i bambini che fanno scuola così, ed i loro fratellini e sorelline che hanno usato il vecchio sistema.
Anche il Ministero dell’Educazione è interessato. Mercoledì mattina ho incontrato a lungo il Ministro dell’Educazione, che è molto interessato, e vuole vedere di allargare questa esperienza a tutte le scuole del paese, se possibile.
Lunedì accompagno a Bangui i giovani di SIRIRI, che partiranno il martedì sera. È stata per loro una grande esperienza di condivisione e di aiuto. E per loro è stato bello vedere anche il grandissimo interesse degli insegnanti stessi durante i 6 giorni di formazione.
Mercoledì rientro a Bozoum, dove il viale della Missione si copre, piano piano, di molti grappoli di orchidee, come tutti gli anni.
Porto con me Alexis, il pittore. L’anno scorso aveva collaborato a dipingere le immagini in chiesa, ed ora completerà i due pilastri laterali, quello del Tabernacolo e quello di San Michele Arcangelo, patrono di Bozoum (e di Cuneo!).



In cucuna
la cuisine


Fine formazione


Gli affreschi didattici
Les fresques didactiques




Compleanno di Vojtech
Anniversaire de Vojtech

Bangui


La pala di sant Michele
le tableau de St Michel



Posta un commento