Visualizzazioni totali

venerdì 15 aprile 2016

Cresime ed Unione Europea






Cresime ed Unione Europea
Sabato 9 aprile parto la mattina presto, e alle 11.30 sono a Bozoum. Domani celebreremo le Cresime, e nel pomeriggio siamo occupati con le confessioni.
Domenica P.Marcello, inviato dal Vescovo, presiede la Messa: sono più di 130 tra ragazzi, ragazze e adulti che ricevono in questo sacramento il dono dello Spirito Santo, per una vita cristiana più matura e adulta. La Messa è molto animata, e la chiesa è strapiena.
Lunedì mi rimetto in  viaggio verso Bangui. A circa 160 km da Bozoum c’è una barriera della Polizia. È già un po’ di volte che mi creano problemi, ed oggi mi minacciano seriamente. La ragione è che qualche mese fa, vedendo il livello di corruzione di questi agenti, mi ero lamentato e… se lo sono segnati. Finalmente, dopo minacce e grida, finalmente dopo circa 1 ora, mi lasciano andare…
Arrivo a Bangui sotto la pioggia. Il giorno dopo celebriamo il compleanno di p.Anastasio, ed in pomeriggio parto verso Bruxelles.
Qui mi accoglie Marcela, dell’Associazione Aiuto alla Chiesa che Soffre. Nel 2014 mi avevano organizzato ed accompagnato nei vari uffici dell’Unione Europea, dove avevo potuto spiegare cosa stava succedendo in Centrafrica.
E sono qui a Bruxelles perché l’Unione Europea organizza una riunione ad alto livello per fare un’analisi della situazione del Centrafrica e, soprattutto, per cercare di capire come muoversi nel prossimo futuro, adesso che le elezione hanno avuto luogo ed un governo legittimamente eletto è in funzione. Siamo una trentina di persone, tra funzionari delle nazioni Unite e dell’U.E.
La riunione è molto interessante, e spero che possa servire concretamente ad aiutare chi deve decidere a prendere decisioni che possano veramente aiutare il Centrafrica ad uscire dalla crisi.















Posta un commento