Visualizzazioni totali

giovedì 10 gennaio 2019

Baoro-Yaounde



Baoro-Yaounde
Venerdì pomeriggio, 4 gennaio, vado a Bouar, e in serata a Baoro.
Proprio oggi arrivano gli “alunni” della scuola dei Catechisti: sono una decina di uomini adulti, con le loro famiglie, che frequenteranno una scuola di 6 mesi per diventare “catechisti”: il catechista, in Africa, ha una responsabilità molto importante. Nei villaggi, dove il sacerdote riesce ad andare solo alcune volte durante l’anno (a causa della distanza, e del numero dei villaggi), è proprio il catechista che guida la comunità, celebra i momenti di preghiera, ed insegna il catechismo.
Le dieci famiglie si immergono tutte nella formazione: i catechisti ricevono una serie di corsi sulla parola di Dio, sulla guida della preghiera, sui sacramenti. I bambini frequentano le scuole della città, e le mogli invece, aiutate da suor Biagina e da altre donne, saranno formate sulla puericultura, il cucito…
Sabato mattina visito 2 cantieri: stiamo costruendo due scuole elementari nei villaggi di Dayanga e di Dobere. È un impegno grande, ma crediamo nell’educazione come “arma di costruzione di massa”!
In pomeriggio arrivo a Bangui, e domenica mattina parto per il Cameroun, per visitare i nostri confratelli che lavorano là, e in particolare i due studenti di teologia centrafricani che vi sono accolti.
Viaggio in aereo fino a Douala, la capitale economica del paese, e prosegue subito in pullman verso la capitale, Yaounde. Le strade sono asfaltate, non c’è molto traffico (oggi è domenica!), e in quasi cinque ore arriviamo, dopo circa 250 km.
Oltre a visitare e discutere con i confratelli, mi diverto anche a guardare, dal finestrino, negozi e commerci vari, e mi diverto anche un po’. Riesco anche a comprare una bella carrozzina per il nostro Gauthier, un giovane handicappato di Bozoum, che sarà contentissimo di riceverla.
Mercoledì mattina parto alle 3 del mattino dal convento, e il bus, che parte alle 4, mi lascia vicino all’aeroporto di Douala, da dove raggiungo Bangui.
Questa è settimana di arrivi: martedì sono arrivati Ludmila Böhmová, Veronika Boháčová e Jiří Pasz, che verranno a Bozoum per il progetto “Apprendre en jouant”. Venerdì arriveranno Paolo Silvestro e Giuseppe, che invece mi daranno una mano per la preparazione della Fiera Agricola (25-27 gennaio), mentre sabato arriverà Enrico Massone, che verrà a Bozoum per la costruzione di una chiesetta nel villaggio di Kpari.
Buon lavoro!
Famiglia alla scuola dei Catechisti a Baoro
une fmille de l'école des Catéchistes de Baoro

La scuola in costruzione a Dayanga
L'école en construction à Dayanga

I mattoni per la scuola, prima della cottura
les briques pour l'école, avant la cuisson

la scuola in costruzione a Dobere
l'école en construction à Dobere











Posta un commento