Visualizzazioni totali

venerdì 28 aprile 2017

Domenica in bianco e rosso



 



Domenica in bianco e rosso
Domenica 22 aprile celebriamo la domenica della Misericordia. Dai primi tempi della Chiesa era detta “in albis” (in -vesti- bianche) perché i fedeli battezzati la notte di Pasqua, dopo una settimana nella quale partecipavano vivamente a catechesi e liturgie, partecipavano alla Messa della domenica con le vesti bianche del Battesimo.
Quest’anno il bianco si è mischiato al rosso: in questa domenica 115 tra ragazzi, giovani ed adulti ricevono il sacramento della Cresima: un confermare, con la forza dello Spirito Santo, la loro vita cristiana portandoli alla maturità.
Viene a celebrare l’Eucarestia il Vicario Generale della Diocesi, l’Abbé Mirek.
La chiesa è strapiena, ma c’è molta partecipazione e molta preghiera. Accompagniamo tutti i nostri “ragazzi” con la preghiera e la domanda a Dio perché siano dei cristiani solidi e coraggiosi.
In primo pomeriggio parto per Bangui, perché l’indomani ho il volo che mi porta a Nairobi e poi a Dar es Salaam, in Tanzania. Qui incontro le responsabili delle suore indiane della Congregazione della Madre del Carmelo, che lavorano con noi a Bouar.
Rimango con loro tre giorni, scoprendo la ricchezza di questa Congregazione, con le suore indiane e le giovani suore africane (provenienti da Tanzania, Kenya, Uganda e Sud Africa). Il martedì vado con loro dal Vescovo, e ne approfitto per rivedere la cattedrale, una costruzione della fine dell’Ottocento, che spicca tra i nuovissimi grattacieli, opera dei Benedettini tedeschi.
Il martedì è dedicato alle giovani in formazione (postulanti e novizie). Celebro con loro la Messa (e cantano benissimo: qui 2 canti che ho registrato
https://drive.google.com/open?id=0B8xHb5_hvSzRUk1acEQ0RmpjRTA
https://drive.google.com/open?id=0B8xHb5_hvSzRRmZoVDJkSk5wRkU
Dopo pranzo, faccio vedere qualche foto del Centrafrica, e presento il paese, la Missione ed il lavoro della Chiesa.
Il giovedì, prima di partire, un po’ di relax visitando la città e gustandoci il mare.
E via per l’Italia, alle 11.10 di sera, per raggiungere i confratelli, con i quali da martedì 2 maggio saremo in Capitolo Provinciale, per scegliere i futuri responsabili e per confrontarci sul nostro cammino di Carmelitani.















Posta un commento