Visualizzazioni totali

sabato 6 giugno 2015

31 maggio e oltre







31 maggio e oltre
Il  31 maggio è, tradizionalmente, un giorno dedicato alla Vergine Maria, a conclusione del “Suo” mese. E domenica ci siamo ritrovati sul monte Talo, una collina che sovrasta Bozoum, dove una statua della Madonna veglia sulla città.
Siamo in tanti, ed il colore dominante è il rosso! Perchè è la giornata della “Legion de Marie”, un movimento che ha nella devozione a Maria il suo punto focale.
Saliamo sul monte, e subito si apre la vista su Bozoum, ed insieme preghiamo perchè la Vergine continui a porteggere la città. Alla fine della Messa un centinaio di persone fanno le loro promesse davanti alla statua della Madonna: pregare e, soprattutto, imitare Maria nel cammino della vita.
La situazione a Bozoum è abbstanza stabile, anche se non mancano momenti di tensione. Le scuole si avviano alla chiusura, mentre si non si vede ancora la presenza e un impegno serio da parte delle autorità civili e dei caschi blu della MINUSCA...
Giovedì e venerdì sono partito verso il Nord.  450 km di strade piuttosto brutte, una cinquantina di ponti da rifare, un camion bruciato da banditi qualche settimana fa, e non un Casco Blu... é vero che sono “solo” 10.000, è vero, solo per i salari dei militari, l’ONU spende qualcosa come 600.000 euro al giorno, è vero che sono occupati altrove (ma dove????), ma sarebbe bello, specialmente per la gente, sapersi un po’ più protetti...
A Ngaundaye partecipo ad una riunione dei Comitati Parrocchiali Giustizia e Pace e Caritas, di cui sono il responsabile diocesano. La constatazione è amara: molta tensione tra la gente, molti episodi di violenza , con uccisioni per motivi poco più che futili; un tessuto economico distrutto, e quello sociale messo ancora peggio! I giovani spesso si lasciano trascinare dalla violenza e dalla brama dei soldi, spingendosi a furti e violenze di ogni genere. E non sembra esserci niente e nessuno in grado di dire una parola o di fare qualcosa. É per questo che ascolto questi giovani e adulti di Giustizia e Pace e di Caritas, e li incoraggio a non demordere, e a reagire sempre. Anche un piccolo atto di resistenza può essere fondamentale per cambiare le cose!









Le "danseuses": la danza liturgica




le acconciature...
les coiffes....




Scendendo verso Bozoum
en descendant vers Bozoum



Posta un commento