Visualizzazioni totali

sabato 28 marzo 2015

La solita Maratona...





La solita Maratona...
Una bella settimana molto carica, quella che finisce.
Lunedì e martedì facciamo gli esami del catechismo per ragazzi, ragazze, giovani e adulti che la notte di Pasqua riceveranno il Battesimo. É un’emozione ascoltare le parole grandi della fede dalla bocca dei catecumeni...
Intanto, è in edicola (solo a Bozoum, oppure on line qui: https://drive.google.com/open?id=0B8xHb5_hvSzRWVZjYjhzcWdnSGs&authuser=0 ) il primo numero di “LE SAINT MICHEL”, il giornale della parrocchia di Bozoum. Inizia così una nuova avventura: in un paese dove i giornali sono pochissimi (e limitati a Bangui), e dove libri, riviste e carta stampata sono una rarità, il giornale della Parrocchia di Bozoum vuole essere un’opportunità per leggere, riflettere e discutere...
Il giornale è frutto di una bella collaborazione e solidarietà: da Mimmo che ha seguito l’acquisto della macchina, a chi l’ha preparata, a chi l’ha pagata, a chi ha offerto la carta, fino a Paolo che si occupa dell’impaginazione.... Grazie a tutti!
Mercoledì si parte! Iniziamo il grande pellegrinaggio dei giovani, da Bozoum fino a Bossemptele (quasi 90 km!). Gli iscritti sono oltre 200, e altri si aggiungono cammin facendo. Scopo del pellegrinaggio è di camminare insieme, di pregare insieme, e di seminare nei cuori e nei villaggi che attraversiamo la Parola di Pace di Dio.
Il cammino si svolge in 4 tappe:
·         Mercoledì: Bozoum – Bokongo (17 km). Partenza alle 14.30 – arrivo alle 17
·         Giovedì: Bokongo – Bombalou (33 km). Partenza ore 5.30 – arrivo alle 11
·         Venerdì: Bombalou – Boyaram (17 km). Partenza 8.30 – arrivo 11
·         Sabato: Boyaram – Bossemptele (25 km). Partenza 6 – arrivo ore 10
Proprio in questi giorni ricordiamo il 5° centenario della nascita di Santa teresa (28 marzo 1515), una donna che ha camminato molto, piena di gioia e di fede.
La strada è lunga, il sole caldo (giovedì siamo arrivati a 41°), ma i pellegrini non si scoraggiano. Parte del cammino lo facciamo pregando, e il resto cantando... finchè c’è fiato, e anche un po’ più in là.

C’è anche Gauthier, un ragazzo con handicap... che con la sua carrozzina riesce a seguirci (e a volte, se trova un passaggio, anche a precederci!).



Io cammino con loro per le prime due tappe, e poi li lascio andare con p.Enrico e p.Ciriaque, a causa di altri impegni (e anche dei piedi rotti...).
Il venerdì pomeriggio c’è il Consiglio dei Professori per la fine del secondo trimestre della nostra scuola media e liceo St.Augustin.
Buon cammino!








P.Enrico

Arrivo a Bombalou







Posta un commento