Visualizzazioni totali

sabato 1 novembre 2014

I vestiti delle bambole






I vestiti delle bambole
Una bella settimana, quella che sta finendo con questa bella festa di Tutti i Santi. Che sono veramente tanti!
Abbiamo iniziato con una riunione con alcuni dei circa 200 Musulmani che sono rimasti a Bozoum. La maggior parte sono donne e bambini, perché gli uomini hanno dovuto fuggire in gennaio-febbraio a causa della guerra.
Li aiutiamo da mesi, e continueremo. Anche per fare di questa presenza un seme di pace e di fraternità, che possa aiutare tutti all’accoglienza ed al rispetto. E domani i cristiani di Bozoum faranno un offertorio proprio per loro.
Lunedì sono partito per Bouar, dove ci siamo ritrovati intorno al Vescovo per la Sessione Pastorale Diocesana: una riunione di tutte le 12 parrocchie della diocesi, nella quale abbiamo riflettuto e condiviso quanto stiamo vivendo.
Una sessantina tra sacerdoti, suore e laici. Tanta speranza e gioia di donare e fare qualcosa, nonostante le paure, le minacce, la tensione. Il pensiero va spesso al parroco di Baboua, p.Mathieu, nelle mani dei ribelli da oltre 2 settimane. Ma questo, e i tanti problemi del paese, non bastano a spegnere la speranza!
È bello incontrarsi, ma è ancora più bello condividere quello che si fa e si tenta di fare per portare la Pace e per far brillare la Pace di Cristo. Nelle grandi e nelle piccole cose. Proprio in questi giorni una suora mi raccontava che una donna ha partorito una bambina, che però era prematura. Tanto piccola che non riuscivano a trovare i vestiti. Allora una di loro ha preso una bella bambola… e ne ha preso i vestiti, che erano di misura giusta della bambina!
Di ritorno a Bozoum ho potuto fare una riunione con le varie ONG che lavorano in città, il giovedì, e il venerdì la riunione con gli insegnanti della nostra scuola media-liceo St.Augustin, per fare una prima valutazione degli alunni, ad un mese dall’inizio delle scuole.
Buona festa dei Santi!



Ragazze e ragazzi del nostro Foyer
Les filles et les garçons  du Foyer










Posta un commento