Visualizzazioni totali

domenica 29 giugno 2014

Pallone, bambini e Battesimi







Pallone, bambini e Battesimi
Lunedì ho ripreso la via del ritorno, e martedì sono arrivato a Bangui, sorvolando le zone più disastrate della capitale, con una vista terribile su centinaia e centinaia di case distrutte.
Da grande tifoso come (NON) sono, rientrando a Bangui martedì mi sono incuriosito, vedendo un cartello che annunciava una partita della Coppa del Mondo, proprio all’interno del campo dei rifugiati del Carmel. Tra e tende che danno un fragile e precario rifugio a circa 6.000 persone, qualcuno ha messo un’antenna parabolica, una televisione e un gruppo elettrogeno e si è organizzato per offrire questo servizio…
Il mercoledì, sempre a Bangui, scendo in città per incontrare alcune persone, insieme a Maurizio Dischino e a Carlo Petruzziello, giornalista e cameraman di TV2000, che sono qui per una settimana.  Nella scuola aperta dall’Associazione Amici per il Centrafrica  trovo Monica, una volontaria italiana, e le suore del Madagascar, che mi hanno chiesto di benedire una statua di Gesù Bambino. Attorniato da qualche centinaio di bambini, spiego il senso di questa statua, e preghiamo insieme per tutti i bambini e per la pace in Centrafrica.
La strada da Bangui a Bozoum è sempre un’avventura! Incrociamo 9 barriere degli antibalaka, 7 barriere tenute dai militari regolari, una colonna militare, un convoglio di circa 400 camion che scende verso la capitale, sotto scorta…
Qui a Bozoum facciamo un giro delle iniziative e della città insieme a Maurizio e Carlo  di TV2000 (che in questi giorni, al telegiornale delle 18.30, trasmette i loro bei reportage dal Centrafrica). Ritornando nei quartieri, sono impressionato da quanta distruzione c’è stata!
Ed oggi, domenica 29 giugno, grandissima festa per la celebrazione di 115 battesimi, una dozzina di prime Comunioni ed un matrimonio. La chiesa vibra di preghiera, colori, canti e danze…
Nonostante tutto!









Posta un commento