Visualizzazioni totali

venerdì 18 aprile 2014

Passione, morte e risurrezionePimavera




Buona Pasqua



Sulla tomba del p.Werenfried
Au tombeau du P.Werenfried






In questi giorni in Italia, cuore e pensieri rimangono un po’ a Bozoum...
Sono stato in una scuola, a San Rocco, vicino a Cuneo, per presentare Bozoum e il Centrafrica. Ed ho trovato ragazzi e ragazze attentissimi, e degli ottimi insegnanti.
Sabato, vigilia delle Palme, ho celebrato la Messa a San Pio, un quartiere di Cuneo. Tra la gente vedo un giovane... e mi pare di conoscerlo. In effetti è uno dei ragazzi che erano in Seminario, prima che partissi per l’Africa nel 1992. É venuto apposta da Genova, con la moglie ed il figlio!
Domenica passo a visitare la comunità carmelitana di Torino, e poi prendo il volo verso Francoforte, in Germania. Sono qui per incontrare gli amici che, tra l’altro, fanno la traduzione  del blog in tedesco, ma anche perchè è la sede di un’organizzazione, l’Aiuto alla Chiesa che Soffre, che sta facendo molto per il Centrafrica, a livello di media e di altro. É un’organizzazione nata dal genio e dal coraggio di un padre olandese, p.Werenfried, che nel 1946 ha preso a cuore il disastro nel quale viveva la Germania, ed ha iniziato a chiedere aiuti in Belgio e altrove... Il coraggio di abbattere le frontiere dell’odio e permettere la risurrezione!
É quest’organizzazione che mi ha invitato per andare ad esporre all’Unione Europea la situazione del Centrafrica e di Bozoum in particolare.  Un grazie a Christine, Marcela, Eva e i tanti che hanno reso possibile questo impegno.
Lunedì parto per Bruxelles, dove passo 2 giorni pienissimi ad incontrare funzionari che lavorano all’Unione Europea e persone e giornalisti interessati al Centrafrica e all’opera di mediazione che abbiamo svolto a Bozoum.
Il Giovedì Santo sono di ritorno, appena in tempo per la celebrazione liturgica che apre il Triduo Pasquale, e nella quale ricordiamo i doni dell’Eucarestia, del Sacerdozio e della Lavanda dei piedi.
Proprio in questi giorni mi giungono notizie da Bozoum (dove, a 60km, ci sono stati degli scontri e purtroppo i militari della MISCA non sono andati, dicendo che non avevano carburante...) e dal Centrafrica (il Vescovo di Bossangoa e 3 sacerdoti sono stati presi in ostaggio per qualche ora dai ribelli della Seleka)...
Passione, morte e (speriamo e CREDIAMO) risurrezione.


Pirmavera tra pianura e montagna (la Bisalta)
Printemps

Torino
Turin

Alla sede della COMECE (Commmissione delle Conferenze Episcopali Europee)
à la COMECE


la Grand Place à Bruxelles


Bruxelles

Giovedì Santo
Jeudi Saint


Posta un commento