Visualizzazioni totali

venerdì 7 febbraio 2014

Partenze e partenze ...










Domenica 2 Febbraio 2014
Dopo qualche giorno di calma, verso le 14 sentiamo dei colpi di arma da fuoco.
La mattina i militari Camerunensi della Misca, facendo una pattuglia in città, hanno visto un uomo con un fucile. L'hanno avvicinato ma l'uomo ha sparato su un soldato della Misca ed èfuggito.
I militari hanno chiesto alla gente di indicargli l'abitazione dell'uomo ma, non avendo ricevuto risosta, hanno fatto salire le persone sul blindato. Le hanno interrogate una a una nella loro base e le hanno lasciate partire, senza trovare il colpevole (due donne sono poi arrivate all'ospedale, una con un braccio rotto, dicendo che erano state picchiate dai militari della Misca nel corso dell'interrogatorio... ma  è impossibile verificare...).
Verso le 15 scendo in città: c'è molta gente sulla strada principale. Vado a visitare i militari della Misca che mi danno la loro versione. Uscendo dalla base, c'è molta gente che grida e pretende la partenza della Misca da Bozoum. Cerco di farli ragionare ma non è facile.
Passo un momento a visitare i 2.500 mussulmani e Mbororo radunati nel loro settore e, al ritorno, vedo che dei pneumatici sono incendiati davanti alla Misca.
Ci sono degli spari in aria dei soldati della Misca e, più tardi, in molti luoghi la gente incendia altri pneumatici.
Lunedì 3 febbraio 2014
Notte abbastanza tranquilla, malgrado i fuochi.
Le scuole pubbliche sono chiuse e un maestro e degli alunni della scuola della Missione cattolica sono minacciati da un anti balaka, che sono numerosi in città, con fucili, machete...
Verso le 8 scendo in città, facciamo una riunione con la Misca, OCHA, e Medici senza Frontiere e, dopo, ne facciamo un'altra con 4 capi degli antibalaka...
Ci sono delle spiegazioni, da una parte e dall'altra e la discussione è buona e franca ma, verso le 9,30 dobbiamo fermarci perché si sentono degli spari...
In effetti, gli antibalaka hanno attaccato la zona dove i 2500 tra mussulmani e Mbororo sono rifugiati... Malgrado la protezione della MISCA (tra cui 3 militari feriti) ci sarà un morto e 14 feriti, di cui
uno grave. I feriti sono stati colpiti da arma da fuoco, machete e anche da granate (di cui una rimasta inesplosa...).
Verso le 13 la situazione sembra più calma e alle 15 vado a vedere il luogo dove si trovano i Mussulmani...
Nel pomeriggio non ci saranno più spari... vedremo!
Ma ... nonostante gli spari e il caos , ci sono anche delle buone notizie ! Hyppolite è partito da Bozoum per Bangui ! Hyppolite , un bambino che è paralizzato dalla vita in giù da quasi  4 anni , ha bisogno di cure . E finalmente oggi abbiamo la possibilità , attraverso MSF , metterla sull’aereo della Croce Rossa , che lo accompagnerà a Bangui , da dove dovrebbe partire Sabato 8 febbraio per  Bologna ( Italia ) ...
Martedì e Mercoledì , 4 e 5 Febbraio 2014
Arriva la notizia dell'arrivo di un convoglio di camion inviati dal Ciad per i musulmani rimasti a Bozoum . Non sappiamo se prenderanno tutti i  2500 civili , oppure solo una  parte . Cerchiamo di trovare un posto sicuro per mettere quelli che potrebbero restare, in caso di ...
Dopo le tensioni di Lunedi , cerchiamo di fare una valutazione . Gli autori degli attacchi ai musulmani sono giovani Bozoum . E anche le persone che hanno preso le armi della Gendarmeria e della Polizia : 6 kalashnikov ...
Alle 12 di mercoledì il convoglio arriva a Bozoum , e subito cominciano a caricare bagagli , merci e persone. Tutti i 2.500 civili partono su camion stracarichi . Saluto e ri - saluto queste persone . é una pena  vedere tutta questa gente che parte . Giovani, donne , madri, figli , uomini, in tanti mi salutano.  Con alcuni è un momento di forte commozione. Tutta una vita da ricominciare! E per alcuni il futuro non sarà facile : hanno perso tutto !
Al momento della partenza riceviamo una brutta notizia : i militari della Misca  se ne vanno ! Siamo più che stupiti ! Come è possibile ? In città non vi è nessuna autorità , e i pochi carabinieri e poliziotti si sono fatti rubare le armi il giorno prima!
E ' la partenza dei camion , e appena l'ultimo esce dalla città,  la popolazione esplode urlando . E ' la gioia per la partenza dei musulmani . E 'anche, forse , gioia, perché la loro partenza è andata bene , senza incidenti ...
Ma, come temevo, iniziano subito gli spari....
Ma come si può lasciare una città in questo stato ? Non c'è nessuna autorità (il  Prefetto è assente da 2 mesi ) e non c'è modo per limitare la violenza .
Anche se i soldati della Misca ritornassero , si dovrà riiniziare da zero , e non sarà facile !
Giovedi e Venerdì  6 e 7 febbraio 2014
Grazie alla partenza ( irresponsabile ) dei militari della MISCA e alla mancanza di forze dell’ordine ,  abbiamo diritto diritto a due notti di spari , che si ripetono anche durante il giorno ...
Il mercato è pieno di cose , verdura e prodotti agricoli , ma ci sono pochi acquirenti ! la partenza dei musulmani e dei Peul avrà gravi conseguenze . Già i prezzi dei prodotti importati ( sapone , carburante , olio, sale, zucchero ) sono aumentati dal 50 al 100 % , mentre la vendita dei prodotti agricoli si fa difficile , per mancanza di clienti.
Ci sono decie di giovani con le armi in città . Li  chiamo, e qualche volta riesco a  farli partire , a volte la loro reazione è forte : sostengono che sono armati per prevenire ladri e saccheggiatori ( e spesso sono loro stessi i  ladri ... ) , o pretendono  di essere pagati ( da chi? e dopo tutto il saccheggio che hanno fatto ? ) .
Su una moto vedo tre persone , di cui due armate di fucili . Li fermo, li rimprovero , e poi a quello in mezzo  chiedo l’età . Mi risponde : 14 anni ! Gli ho detto di scendere e ho confiscato i suoi bastoni...
Giovedi mattina vado a 10 km, Bata , a visitare le scuole e portare cibo .
Andiamo avanti  lentamente . E a volte non si sa nemmeno se andiamo indietro o avanti! Certo , l'assenza di qualsiasi autorità civile o militare non rende le cose più facili . Unica soluzione,  il risveglio della consapevolezza e della responsabilità da parte degli abitanti ...








Posta un commento