Visualizzazioni totali

domenica 5 gennaio 2014

Un mese da rifugiati








Un mese! È ormai dal 6 dicembre che viviamo con 3.000 rifugiati in casa.
I giorni scorrono, e tutte le attività "normali" subiscono delle trasformazioni: la scuola, il mangiare, la vita stessa!
La gente cerca di adattarsi, anche se non mancano i momenti di paura (quando gli spari si fanno troppo vicini) e di tensione. Ma andiamo avanti, anche grazie alla simpatia e alla preghiera di tantissimi! GRAZIE!
Martedì 31 Dicembre
In mattinata spari ovunque in città , fino alle 13.
La  Seleka  ha cercato di attaccare gli antibalaka a Bata , un villaggio a 7 km sulla strada per Bossangoa.
Ma gli antibalaka si sono dispersi e i Seleka non hanno trovato il nemico , e se la sono presa con i civili , con l'ennesimo saccheggio ( materassi , moto , ecc) e ucciso 4 o 5 civili ( tra cui una donna ) . Al ritorno a Bozoum i Seleka hanno sparato in aria , e gli antibalaka che erano vicino alla città hanno cercato di attaccare. Ciò che è grave è che gli antibalaka sono andati all'ospedale , hanno minacciato il personale , perché speravano di trovare dei feriti della Seleka ( e ucciderli ) . La è Seleka arrivata, e c'est stata battaglia nella  concessione dello stesso ospedale ...
Tre cose da notare :
·         Il tentativo di attacco della Seleka con gli omicidi di civil, servirà solo a motivare ulteriormente gli antibalaka, e a renderli più pericolosi e meno rispettosi della popolazione civile (in particolare musulmani e Peuls )
·         Il colonnello Yahaya (uno dei rari Seleka in grado di ragionare) è stato ferito.
·         Il personale dell' ospedale non può più rimanere in ospedale e non può fornire alcun servizio . Che cosa faremo ?
Mercoledì 1 Gennaio 2014
Giornata abbastanza tranquilla . La gente rifugiata alla Missione (oltre 3000 persone)  si augura buon anno , ma senza troppa convinzione ...
Giovedi , 2 gennaio 2014
Qualche  sparo in città verso le 10 : i Seleka hanno ucciso un giovane in città, accusato di spionaggio .
Venerdì e Sabato 3 e 4 gennaio
Giorni stranamente calmi ...
Sabato nel pomeriggio vado con alcuni della Croce Rossa , un'infermiera dell'ospedale (che è stata minacciata dagli antibalaka il 31 dicembre) , un pastore e un insegnante per incontrare gli antibalaka .
Arriviamo nel villaggio , e sono molti . Sembrano ancora molto nervosi ( sembra che uno dei loro capi sia stato ucciso il 31 /12) . Ci insultano un po ' , ma non troppo ... Questa volta ci siediamo ... e presentiamo le ragioni della nostra venuta: far notare agli antibalaka il fatto gravissimo di essere entrati, durante l'attacco del 31 dicembre, nell'ospedale , di aver  minacciato il personale e perquisito i locali .
Il capo è d'accordo su quello che diciamo , ma alcuni elementi sono troppo irrequieti , e lanciano accuse assurde ...
Partiamo dopo un'ora di discussioni, e spero che la prossima volta che ci sarà un attacco, l'ospedale sarà risparmiato ...
Domenica  5 gennaio
La giornata inizia con una brutta sveglia: spari dalle 6.30 alle 8. Poi un po' di calma. Per quanto tempo?













Posta un commento